MESSI – STORIA DI UN CAMPIONE

(Regia: Alex de la Iglesia, 2014, documentario)

MESSI – STORIA DI UN CAMPIONE

Vita e miracoli del più grande talento calcistico degli ultimi anni, dall’infanzia in Argentina, tirando calci e segnando gol a grappoli nel Grandoli, all’adolescenza e all’esplosione a Barcellona, lottando per crescere (in senso letterale, dato che Messi ha avuto bisogno di una cura a base di ormone della crescita) e per emergere nello squadrone blaugrana. Alex de la Iglesia tenta di raccontare Lionel Messi con un misto di spezzoni (anche “d’epoca”, trattandosi spesso di traballanti immagini tratte da Vhs) e di pareri di personalità del mondo del calcio (da Cruijff a Menotti a Piqué e Valdano) e amici d’infanzia. La soluzione non è certo originale e, a parte gli spezzoni di gioco, il concerto di voci tende a diventare monocorde e scontato. Gli inevitabili paragoni con Pelé e Maradona lasciano il tempo che trovano e Messi – Storia di un campione non si stacca dalla media di simili prodotti, a cui prestano attenzione quasi soltanto gli appassionati di calcio più “completisti”. Da notare che, come per Cobain – Montage of Heck, la discutibile strategia distributiva è basata su un’uscita in sala di soli due giorni a prezzo imposto e largamente maggiorato. (dz)

voto_2