TENERAMENTE FOLLE

(Regia: Maya Forbes, 2014, con Mark Ruffalo, Zoe Saldana, Imogene Wolodarsky, Wallace Wolodarsky)

TENERAMENTE FOLLE

Maniaco depressivo si ritrova a fare il “mammo” alle due figlie quando la moglie, per risollevare la famiglia dalle difficoltà economiche, decide di trasferirsi a New York e frequentare un corso in business. L’opera prima di Maya Forbes, che attinge da vicende autobiografiche, ha un’impostazione marcatamente indie, ma cerca anche di far sorridere con il ribaltamento di ruoli, l’impaccio e al medesimo tempo la vitalità del genitore bipolare (il titolo originale, Infinitely Polar Bear, gioca sulla somiglianza tra “bear polar”, orso polare, e “bipolar”). Una maniera diversa per avvicinarsi alla malattia e alla famiglia disfunzionale, che tuttavia appare complessivamente poco coraggiosa ed edulcorata e non può contare fino in fondo nemmeno sulla vivacità slapstick di Ruffalo, smorzata ulteriormente dal doppiaggio italiano. A conti fatti, solo un riempitivo di fine stagione per le sale. (dz)

voto_2