ZONA D’OMBRA – UNA SCOMODA VERITÀ

(Regia: Peter Landesman, 2015, con Will Smith, Alec Baldwin, Albert Brooks, Gugu Mbatha-Raw, David Morse)

ZONA D’OMBRA – UNA SCOMODA VERITÀ

Un medico e neuropatologo immigrato dalla Nigeria formula la teoria che dietro le morti di alcuni ex giocatori di football ci siano i molteplici traumi cranici subiti negli scontri di gioco avvenuti durante la loro carriera. La lega professionistica, la NFL, non tollera le sue insinuazioni e pur di screditarlo ne mette a repentaglio la carriera e la tranquillità domestica. Si tratti di lobbies delle armi, del tabacco, delle carni o dello sport, il copione è infine sempre il medesimo: la lotta dell’individuo contro i giganti del business che per massimizzare i loro profitti non si fermano di fronte a niente e mettono a repentaglio la salute delle persone. Ma in questo caso la sceneggiatura, dello stesso Landesman, è proprio claudicante e la vicenda biografica del dottor Omalu viene diluita fino a risultare anodina e buonista oltre misura. Nota di demerito per la versione italiana in cui si ascoltano doppiati – con la voce del telecronista di Sky Flavio Tranquillo – anche i brevi spezzoni di partite trasmessi dalla televisione. (dz)

voto_2