PELÉ

(Regia: Jeff Zimbalist, Michael Zimbalist, 2016, con Kevin de Paula, Leonardo Lima Carvalho, Seu Jorge, Vincent D'Onofrio)

PELÉ

Otto anni nella vita del giovanissimo Edson Arantes do Nascimento, in arte Pelé, dall’umiliante sconfitta del Brasile nei Mondiali casalinghi del 1950 fino alla clamorosa vittoria a suon di calcio spettacolo (e colpi di magia del giovane fenomeno) nella Coppa Rimet del 1958 in Svezia. Il film dei documentaristi Jeff e Michael Zimbalist racconta la nascita di una leggenda del calcio mondiale seguendo i binari più classici del film biografico, con tanto di ralenti delle azioni più spettacolari (complessivamente più riuscite che in altri film sul football) e con pacchiane parentesi che ricordano gli spot della Nike. Piuttosto oleografico nel racconto della rivalità con José Altafini, Pelé pecca anche di semplicismo nel ritratto degli ambienti poveri del Brasile anni 50. Di fatto, un cineromanzetto parecchio convenzionale. O’ Rey concede un cameo con sguardo in macchina e pronuncia (in inglese) alcune frasi prima dei titoli di coda. L’edizione italiana ci mette del suo nel rendere straniante il racconto doppiando il telecronista brasiliano con la voce di Bruno Pizzul. (dz)

voto_2