QUALCOSA DI NUOVO

(Regia: Cristina Comencini, 2016, con Paola Cortellesi, Micaela Ramazzotti, Eduardo Valdarnini, Eleonora Danco)

QUALCOSA DI NUOVO

Questo nuovo film targato Cristina Comencini parte come la più classica commedia degli equivoci, nella quale Lucia (Paola Cortellesi), bacchettona un po’ repressa e Maria (Micaela Ramazzotti), madre divorziata fragile e sessualmente disinibita, si scambiano senza volerlo l’identità agli occhi di Luca (Eduardo Valdarnini), forse più di un toy boy, e finisce per essere l’apologo di un po’ di tutto, incrinando un buon avvio. Fino a metà il film si regge dignitosamente sulle caratterizzazioni riuscite delle due protagoniste (abbastanza in parte), ma poi l’animo intellettuale della Comencini viene fuori e la carne al fuoco diventa infinita: cosa significhi essere donna, gli scontri generazionali, le colpe dei genitori che ricadono sui figli, la vita come eterna progettualità autodistruttiva. Così le fragili spalle del personaggio un po’ faccia da schiaffi di Valdarnini, fulcro della storia, si piegano un po’ troppo sotto il peso di questo popò di roba e di alcune incongruenze di sceneggiatura (Luca capisce un po’ tardi il giochino in cui è caduto, nonostante i plateali indizi). Un tema azzeccato e trattato con i dovuti riguardi però è la difesa a spada tratta del dialogo, imprescindibile in ogni rapporto. Ottime le doti canore di Paola Cortellesi, che si esibisce più volte durante il film e specialmente sui titoli di coda con una versione jazz di Girls Just Wanna Have Fun di Cindy Lauper. (mc)

voto_2