DEADWEIGHT

(Regia: Axel Koenzen, 2016, con Tommi Korpela, Ema Vetean, Archie Alemania, Manuelito Acido, Frank Lammers)

DEADWEIGHT

Una nave cargo con un equipaggio in maggioranza di origine filippina e comandata dal capitano Ikonen (Tommi Korpela) è in rotta per Rotterdam. Un incidente a bordo, causato da un lavoro non autorizzato, sconvolge gli equilibri e costringe il capitano ad affrontare gli eventi. Presentato in anteprima al Festival di Berlino e in programma anche al 34° Torino Film Festival in questi giorni, Deadweight è un prodotto atipico e poco identificabile: il film diretto da Axel Koenzen si presenta nelle vesti di un thriller morale e umanista dai toni estremamente sospesi e trattenuti, quasi soffocato nel suo incedere totalmente anti spettacolare. Forse è giusto leggerlo soprattutto come un’opera dolorosa sulla lacerazione del senso di colpa e sull’impossibilità di rimediare agli errori, e malgrado gli evidenti limiti di scrittura si resta convinti dal fascino di un film permeato da un sentimento di fine incombente e dall’atmosfera quasi apocalittica, con uno spiazzante finale che vira verso territori onirici. (rt)

voto_4