LION – LA STRADA VERSO CASA

(Regia: Garth Davis, 2016, con Dev Patel, Rooney Mara, Nicole Kidman, David Wenham, Sunny Pawar)

LION – LA STRADA VERSO CASA

India, 1986: per uno sbaglio, il piccolo Saroo (Sunny Pawar) si perde nella stazione del suo paese e si ritrova su un treno diretto a Calcutta. Dopo varie vicissitudini, il bambino verrà adottato da una coppia australiana, Sue (Nicole Kidman) e John Brierley (David Wehnam), che lo accudiranno come un figlio. 25 anni dopo, però, Saroo (Dev Patel) desidera scoprire le sue origini e inizia così un’incessante ricerca. Tratto dal romanzo autobiografico A Long Way Home (edito in Italia con il titolo La lunga strada verso casa) a sua volta ispirato alla storia vera di Saroo Brierley, Lion è stato presentato in anteprima al Toronto Film Festival dove si è classificato al 2° posto per il Premio del Pubblico ed è passato anche alla Festa del Cinema di Roma. Il film è l’opera prima di Garth Davis: un dramma convenzionale e una storia di coraggio, girato con il pilota automatico e strutturato e messo in scena come un film per la televisione. Potrebbe diventare un film sull’importanza dei ricordi nella ricerca della propria identità, ma il cast appare sprecato e il didascalismo finisce col prevalere in un’ennesima storia sul ritrovare se stessi, sul ripercorrere il proprio passato e riconoscere le proprie origini e radici. Ci si emoziona verso il finale, ma non basta. (rt)

voto_2