GIMME DANGER

(Regia: Jim Jarmusch, 2016, documentario)

GIMME DANGER

Nascita, morte e resurrezione dei The Stooges, band capitanata dal giovanissimo Iggy Pop assieme ai fratelli Asheton e Dave Alexander, di fondamentale importanza nello sviluppo della scena punk e hardcore statunitense. Ignorati dai più durante i loro anni di attività, costretti allo scioglimento a causa dei comportamenti sregolati che li contraddistinguevano e dalla basse vendite degli album, gli Stooges hanno influenzato centinaia di band, assurgendo allo status di vere e proprie leggende del rock: il film di Jim Jarmusch ne documenta fedelmente la storia, sino all’incredibile reunion del 2003. Lo stile non è quello stralunato che ci si potrebbe aspettare dal regista, e il lavoro sui materiali è tutto sommato canonico, senza particolari aperture d’ali. Ma l’attitudine fa la differenza: è sincera,“punk”, senza peli sulla lingua. E Iggy Pop è un personaggio straordinario e vulcanico, un sopravvissuto che non si è mai piegato alle regole dell’establishment, tirando dritto per la sua strada senza guardarsi indietro. Se si ama il rock non ci si può non emozionare davanti alla carrellata finale con le immagini degli album influenzati dalla musica degli Stooges, ai filmati live del loro ritorno sui palchi, alle ultime testimonianze di un visibilmente sofferente Scott Asheton. In sala solo per due giorni grazie a Nexo. (ap)

voto_4