SONG TO SONG

(Regia: Terrence Malick, 2017, con Michael Fassbender, Ryan Gosling, Rooney Mara, Natalie Portman, Cate Blanchett, Val Kilmer)

SONG TO SONG

Terrence Malick continua deciso per la sua strada, in una personalissima indagine sui meccanismi dell’amore e della passione umani, scandagliati attraverso una struttura anti-narrativa e una sorta di flusso di coscienza filmico che, con effetto straniante, scivola dal punto di vista di un personaggio a quello di un altro. E così, nel raccontare l’ennesimo triangolo amoroso, stavolta sullo sfondo della scena alternative rock statunitense, fa sua anche un’inedita fascinazione per la sensualità e la carne e alterna momenti altissimi (aiutato dalla virtuosistica fotografia del “solito” Lubezki) ad altri di una banalità sconcertante (la parentesi “lesbica”). Un cinema che è forse troppo chiuso in se stesso e manieristico, che ormai può interessare a pochi (tra accanimenti inutili, così come i peana eccessivamente entusiastici), ma anche coerente con le proprie idee e quindi meritevole di rispetto. Innumerevoli comparsate di celebri volti della scena rock mondiale, da Patti Smith che ricorda la scomparsa del marito sino a Iggy Pop, Lykke Li e i Black Lips. (ap)

voto_3