TRANSFORMERS – L’ULTIMO CAVALIERE

(Regia: Michael Bay, 2017, con Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Josh Duhamel, Laura Haddock, Isabela Moner, Stanley Tucci, John Turturro)

TRANSFORMERS – L’ULTIMO CAVALIERE

La saga degli alieni motorizzati Transformers giunge al quinto capitolo cinematografico, e sottostare ai deliri della sceneggiatura che retrodata la comparsa dei robottoni addirittura ai tempi del mago Merlino e dei cavalieri della Tavola Rotonda, è diventata impresa ardua. Meglio spostare l’accento, allora, sulla presunta “autorialità” del regista Michael Bay. Vero che il regista americano nel corso della sua carriera si è affermato con una propria “cifra” stilistica larger than life inconfondibile, sovraccaricando ciascuna immagine di elementi digitali e decretando gradualmente l’estinzione della componente umana nel cinema cosiddetto “mainstream”. Ma ha senso operare queste riflessioni al quinto film in dieci anni di un franchise che ormai ha esaurito la benzina? Anche perché al netto della spettacolarità oversize garantita da Bay, quasi tutto è di quarta mano, dall’umorismo sgangherato e inopportuno, al cast poco convinto (con Hopkins che gigioneggia insopportabile) sino alla durata oltre ogni limite di sopportazione. Incassi in picchiata praticamente ovunque (tranne in Cina, chiaro): è ora per Bay di dedicarsi ad altri progetti. (ap)

voto_2