THE BIG SICK

(Regia: Michael Showalter, 2017, con Kumail Nanjian, Zoe Kazan, Ray Romano, Holly Hunter)

THE BIG SICK

Aspirante comico immigrato dal Pakistan assieme alla rigida famiglia, Kumail si innamora, ricambiato, dell’americana Emily (Zoe Kazan). La famiglia di lui vorrebbe però accasarlo con una connazionale e desidera un futuro diverso per il ragazzo. Quando Emily si ammala gravemente e finisce in coma all’ospedale, Kumail dovrà scegliere se dare la priorità all’amore o alla volontà della propria famiglia. Un piccolo film semi-autobiografico (il protagonista e la moglie Emily si sono conosciuti davvero in queste circostanze) scritto dallo stesso Kumail Nanjian (una rivelazione, da recuperare per chi non lo avesse ancora fatto la comedy HBO Silicon Valley), prodotto dall’astuto Judd Apatow e diretto da Michael Showalter (più noto come sceneggiatore). Qualche passaggio in eccesso non mina un prodotto che rappresenta al meglio le qualità del cosiddetto cinema “indie” statunitense: il tono è romantico e sincero, mai greve, i patetismi sono sempre bilanciati da un garbato humour, il cast sgargiante (da applausi Ray Romano). Ed emerge una “lezione” importante, non scontata: in amore, come per ogni altra cosa, bisogna prendersi le proprie responsabilità. In patria un buonissimo successo di pubblico, meriterebbe più attenzione anche da noi. (ap)

voto_4