CAN YOU EVER FORGIVE ME? – COPIA ORIGINALE

(Regia: Marielle Heller, 2018, con Melissa McCarthy, Richard E. Grant, Dolly Wells, Jane Curtin)

CAN YOU EVER FORGIVE ME? – COPIA ORIGINALE

La giornalista e scrittrice Lee Israel (Melissa McCarthy) ha perso il lavoro, ha conti da pagare e anche la sua attività di biografa non sembra interessare a nessuno. Per sbarcare il lunario, Lee inizia a falsificare e ad inventare lettere di vecchie celebrità defunte e di scrittori illustri per poterle vendere ai collezionisti. Con l’aiuto dell’eccentrico dandy inglese Jack Hock (Richard E. Grant), la giornalista sistema la sua condizione economica, ma la polizia comincia ad indagare sulle sue contraffazioni. Tratto dall’omonimo libro di memorie scritto dalla stessa Israel nel 2008, Can You Ever Forgive Me? (in uscita in Italia il 21 febbraio prossimo con il titolo Copia Originale), è diretto dalla regista Marielle Heller, all’opera seconda dopo l’esordio indie The Diary of a Teenage Girl (2015). Presentato in anteprima mondiale al Telluride Film Festival, uscito ad ottobre nelle sale Usa e passato anche dal Torino Film Festival, Can You Ever Forgive Me? è stato molto apprezzato in patria, al punto da venire inserito nella top 10 dei film dell’anno dal National Board of Review. Il film si muove sicuro sul territorio del film biografico in una cornice da commedia drammatica. Il focus tematico è il continuo rimando tra vero e falso, in riferimento alle lettere inventate dalla Israel, che però vengono credute autentiche. Arte o imbroglio? Falsità o creazione? Sono meglio le bugie della giornalista o le vere lettere scritte da star defunte? Nulla di nuovo ed è difficile sorprendersi, ma il meccanismo della sceneggiatura scorre piacevole e ritmata, sostenuta da una messa in scena di mestiere e due attori in forma. Su tutti la burbera e arguta Melissa McCarthy (per la prima volta in una parte drammatica) in un ruolo che potrebbe portarle anche qualche nomination nella Awards Season. (rt)

voto_4