Le nostre recensioni dei film in sala

MIA MADRE

MIA MADRE

Il privato come senso della (vicinanza della) morte. Il film di denuncia che Margherita (Buy) gira tra scioperi che degenerano in violenze e scene di triste quo...

1981: INDAGINE A NEW YORK

1981: INDAGINE A NEW YORK

Uomini che sono uomini, fragili e violenti. A Most Violent Year, malgrado le apparenze, non è un affresco “storico” e non ambisce a esserlo. Non scatta una foto...

WILD

WILD

Un fiacco e risaputo on the road movie. Il distruggersi e il (tentare di) ricomporsi attraverso il viaggio. Purificatore e rigenerante. Rendere ciò che abbiamo ...

UNA NUOVA AMICA

UNA NUOVA AMICA

Un Ozon tira l’altro: una piccola comédie humaine. Film dopo film, François Ozon sta mettendo insieme un corpus autoriale considerevole. La cadenza “allen...

CENERENTOLA

CENERENTOLA

Un live action intelligente e simpaticamente demodé. Si tratti di adattare un classico di Shakespeare, il capolavoro di Mary Shelley, un fumetto su un supereroe...

BLACKHAT

BLACKHAT

Cinema di indugi e di fughe, di ossequi alla norma e di trasgressioni. Ci sono attimi nel cinema di Michael Mann che sembrano non contare (o contare fin troppo)...

CHI È SENZA COLPA

CHI È SENZA COLPA

Una vita tranquilla. Il barista di Brooklyn Bob Saginowski (Tom Hardy) è un brav’uomo: gestisce un locale con suo cugino Marv (James Gandolfini, nella sua ultim...

IL SEGRETO DEL SUO VOLTO

IL SEGRETO DEL SUO VOLTO

Un nuovo cinema tedesco è possibile? Più che a Hannah Arendt, alla corresponsabilità del popolo tedesco e alla svelta rimozione della colpa posteriore alle atro...

FURY

FURY

L’eroismo sproporzionato che conduce alla morte. Proviamo a fare un gioco. Proviamo a seguire il manuale. Proviamo a guardare a Fury come a un prodotto ho...