Sign In

Lost Password

Sign In

Alberto Ferrante

MADEMOISELLE

MADEMOISELLE

Il cuore di tenebra di un mondo che appartiene solo agli uomini. Ingmar Bergman sosteneva che il cinema, quando non è un documentario, è un sogno. Si tratta invero di un’espressione artistica storicamente scissa tra la finzione più sottile e l’impatto visivo crudo e diretto. C’è poi quel cinema necessario, dove ogni fotogramma è allo stesso tempo derivativo e primigenio, dove la verità esiste, ma ...

IL RITRATTO NEGATO

IL RITRATTO NEGATO

Il film-testamento di un grande regista. Durante una gita in campagna si sente chiamato, a valle, dai suoi studenti. Ci si chiede come farà a ridiscendere la collina, senza un braccio e una gamba persi in guerra, con grosse stampelle a reggere un corpo stanco. Niente paura, sicuramente l’ha fatto molte altre volte: è Wladyslaw Strzeminski, il pittore d’avanguardia, il teorico dell’unismo che si sd...

RAPINA A STOCCOLMA

RAPINA A STOCCOLMA

Forse a causa della sua controversa classificazione accademica, la sindrome di Stoccolma ha finito per incuriosire anche il regista canadese Robert Budreau, che nel suo ultimo film tenta di ricostruire la singolare vicenda che ha dato origine a uno dei termini più abusati della psicologia moderna. E’ il 1973 quando Lars Nystrom, interpretato da Ethan Hawke, prova a rapinare la Kreditbanken d...

L’ANGELO DEL CRIMINE

L’ANGELO DEL CRIMINE

Le danze spettrali di un angelo. Il mondo appartiene ai fuorilegge e agli artisti. È questa la sentenza che fa breccia sul giovane Carlito, l’Angelo del crimine, incollandolo a metà strada tra i due estremi. La sua storia ricalca quella del celebre ladro e assassino argentino, Carlos Eduardo Robledo Puch, che nei primi anni ‘70 raccolse diverse dozzine di capi d’accusa tra omicidi e rapine. Coprod...

SONATINE

SONATINE

Il cult nichilista di Kitano. Presentata al 43° Festival di Cannes del 1993, nella sezione Un Certain Regard, la quarta opera di Takeshi Kitano, ancora una volta regista e interprete, ha proseguito la riflessione nichilista del maestro giapponese sulla violenza e sul dolore, dopo l’impressionante debutto di Violent Cop e i controversi Boiling Point e Il Silenzio sul Mare. Murakawa, uno Yakuza di T...