Sign In

Lost Password

Sign In

THE SACRAMENT

THE SACRAMENT

Diretto Da: Durata: Con: , , , Paese: Anno:

The-Sacrament-foto3

La fine dell’utopia americana.

Il giornalista Sam (AJ Bowen) e il cameraman Jake (Joe Swanberg) decidono di intervistare il fotografo Patrick (Kentucker Audley) che rivela di aver ricevuto una lettera nella quale sua sorella Caroline (Amy Seimetz) lo informa di essersi trasferita in una misteriosa comunità religiosa nella foresta. Data l’occasione di poter raccontare una storia originale, Sam, Jake e Patrick vanno a visitare la comunità Eden Parish per ritrovare Caroline. Quello che sembra un luogo paradisiaco, nasconde però una terribile verità.

Liberamente ispirato al tragicamente celebre Massacro di Jonestown in cui, il 18 novembre del 1979, 909 membri della comunità religiosa del Tempio del Popolo fondata dal pastore Jim Jones compirono un suicidio di massa tramite assunzione di cianuro, The Sacrament è il sesto film del regista statunitense Ti West (escludendo i film collettivi V/H/S e The ABCs of Death), presentato in anteprima al Festival del Cinema di Venezia del 2013 nella sezione Orizzonti per poi rimanere inedito nel nostro Paese.

Girando quasi totalmente con la tecnica del falso documentario e del found footage, con The Sacrament Ti West si separa temporaneamente dalle atmosfere thriller ed horror dei suoi film precedenti, per realizzare un vero e proprio dramma dai risvolti più complessi di quanto si possa pensare. É chiaro che a West non importa molto la dinamica teorica che può offrire il mockumentary, ma in questo film produce un effetto straniante di verità distorta che incute più timore attraverso l’imprevedibilità delle vicende narrate rispetto alle situazioni più classicamente di genere.

West mette in scena una comunità che pare possa vivere felicemente integrata in tutte le sue componenti, seguendo precisi dettami religiosi e separandosi dal modello di vita della società moderna. Tutto questo sotto il comando del Padre (interpretato da Gene Jones), enigmatico fondatore e leader della comunità protagonista del film. Ma nell’insieme pare evidente che a Ti West poco interessi realizzare l’ennesimo thriller con derive religiose su una setta, o più didascalicamente ricalcare la storia del vero massacro di Jonestown.

The Sacrament parrebbe semmai essere allora un apologo cinico sul venire meno proprio di quel sogno utopico di felicità che una comunità insegue, e che il regista allarga facilmente a un discorso di fondo sull’infelicità morale dell’America. E ancora di più, nei suoi toni quasi apocalittici e nel percepibile sentimento di orrore (più che di horror), il film mette in chiaro come l’America, anche ponendosi come obiettivo la pace, non possa fare a meno della violenza materiale e psicologica. In quest’ultima accezione allora, The Sacrament può essere considerato un film sul fallimento e soprattutto un’opera che narra come gli USA siano in un perenne stato di guerra fisica e mentale da cui non sanno uscire.

In questo senso, con la scelta della forma del falso documentario e la concezione di alcune scene come se si trattasse di un moderno Viet Movie, The Sacrament appare anche come una lucidissima e spietata rivisitazione capovolta del maggiore errore storico (e del più grande rimosso) della storia americana più o meno recente, rivisto o per meglio dire rifilmato come un dramma che si ripete di continuo, e al quale nemmeno l’immaginario cinematografico può sottrarsi.

voto_4

Riccardo Tanco
Riccardo Tanco, classe 1993, Nasce a Bollate e vive a Novate Milanese. Diplomato al liceo linguistico nel 2012 comincia ad appassionarsi seriamente al cinema dopo una mistica visione di Pulp Fiction anche se consapevole che il cinema non è iniziato nel 1994. Ora da autodidatta e aspirante cinefilo cerca di scoprire i grandi autori del passato e i registi contemporanei sforzandosi di scriverne in maniera degna. Se glielo chiedono il suo film preferito è Apocalypse Now e ha come sogno nel cassetto fidanzarsi con l'attrice Jessica Chastain. Collabora con i siti Filmedvd, I-Filmsonline, SilenzioinSala e IntoTheMovie.