IL CINEMA DELL'OSSESSIONE

DIECI MINUTI

DIECI MINUTI

Le donne di Maria Sole Tognazzi. Pochi registi mostrano una coerenza assoluta ai loro temi, a volte anche disconoscendo le ossessioni che legano tutti i film di...

DOGMAN

DOGMAN

Il ritorno di Luc Besson ai temi più cari. Il cinema di Luc Besson è un luogo – concettuale – bizzarro e impervio pur nel suo innegabile fascino: pr...

THE CREATOR

THE CREATOR

Un’opera sci-fi fragile e imperfetta ma suggestiva a livello visivo e tematico. Nel 2065 l’umanità – o meglio l’Occidente – è impegnata in una guerra cruenta co...

FRATELLO E SORELLA

FRATELLO E SORELLA

Eccedere la misura. Dopo i grandi plausi riservati a Roubaix, una luce e il rispetto un po’ artificioso tributato alla riduzione di Inganno di Philip Roth, stav...

BEAU HA PAURA

BEAU HA PAURA

Il fallimento di un autore. Come si sono evoluti gli autori affermatisi col genere horror il decennio scorso? Alcuni hanno continuato l’esplorazione delle propr...

IL RITORNO DI CASANOVA

IL RITORNO DI CASANOVA

L’ultimo film di Gabriele Salvatores. Andando a memoria, nell’ultimo periodo sembra esserci un florilegio di registi/autori grandissimi (o quasi) che deci...

SCREAM VI

SCREAM VI

La chiusura ideale del cerchio. Il cinema dell’orrore di oggi ha due strade: riflettere su sé stesso e insieme sull’attualità, restituendo il riflesso della con...

IPERSONNIA

IPERSONNIA

Un esordio italiano nel segno della fantascienza. Terrore Nello Spazio di Mario Bava, Space Men di Antonio Margheriti, Starcrash di Luigi Cozzi, Anatar di Alan ...

BABYLON

BABYLON

La Babilonia di cartapesta. Babylon è uno di quei fallimenti così limpidi e così eclatanti che fanno tenerezza a qualcuno. Che finiscono cioè col fargli dire ch...